Un Nardò tutto cuore e grinta batte Salerno

729

Di Francesco De Pace

Prima vittoria casalinga dei torelli che battono Salerno per 94-82 e festeggiano per la prima volta al tensostatico di via Giannone.  Nardò che veniva da una grande vittoria a Potenza per 87 a 72. Grande equilibrio tra le due squadre nel primo quarto con Salerno che, nonostante l’impegno dei giocatori neretini, resta sempre avanti grazie alle bombe del numero 19 blaugrana.

I granata tentano la rimonta guidati dal play ucraino Tyrtyshnyk in attacco e grazie alla grandissima prestazione di Giovanni Vaglio (capitano dopo l infortunio al legamento di Totò Muci)che nonostante non riesca a marcare il tabellino si distingue per la grande grinta in difesa e a rimbalzo. Il primo quarto finisce 18-24.

Nel secondo quarto inizia a salire in cattedra il numero 3 granata Minò (top scorer a fine gara con 29 punti a referto) che si sblocca grazie ad un tecnico dato al coach di Salerno e con un’ottima prestazione di squadra con il secondo quarto che finisce sul 41 pari.

Terzo quarto con un cuntinuo botta e risposta tra le due squadre sino a quando sul risultato di 48-48 i granata piazzano un parziale di 13-0 grazie ai canestri di Tyrtyshnyk e del numero 3 e il III quarto finisce per 70-53. Nell’ultimo quarto Nardò mette solo per 2 minuti tutti i “titolari” insieme e dimostrando profondità e grinta e riesce a difendere la vittoria con le unghie e con i denti.

Si iniziano a vedere le linee guida di coach Scarpa e c’è, inoltre, da considerare l’assenza di 2 giocatori importanti come Cepic, che tornerà fra poco, e Toto Muci che Nardò spera di rivedere entro la fine della stagione.